EVENTI

S3 All'istituto Comprensivo "Zanotti Bianco" di Sibari incontro-lezione con il prof. Tullio Masneri, ex Dirigente dei licei di Trebisacce e autore del libro “Sibari, Archeologia, Storia, Metafora”. L'iniziativa, inserita nel progetto "Biblioteche scolastiche" finanziato dal MiBACT, ottenuto grazie all'impegno del Dirigente Scolastico, Dott. Giuseppe A. Solazzo, mira ad avvicinare gli alunni al piacere della lettura, a promuovere attività collaborative per consentire l’integrazione di tutti gli alunni, per prevenire e/o ridurre il disagio a livello relazionale, cognitivo, metacognitivo e a diffondere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico e culturale di un territorio intriso di storia e di cultura. Dall'intervento del prof. Masneri emerge, tra le altre cose, che una delle caratteristiche tramandate all'antica Sibari dai precedenti abitanti del luogo, gli Enotri, era  la concezione della famiglia come simbolo di unione e fecondità. Presenti in videoconferenza tutte le classi della scuola secondaria. Leggi l'articolo

Riscoprire le nostre origini aiuta a comprendere chi siamo veramente

            S1                                 SIBARI                              S6        

SIBARI  Martedì 22 marzo 2022 alle ore 10,30 presso l'Aula Magna dell'I.C. "U. Zanotti Bianco" di Sibari “ si terrà il seminario/incontro con l'Autore per commentare il libro “Sibari, Archeologia, Storia, Metafora” del prof. Tullio Masneri, già Dirigente Scolastico del Liceo Classico e Scientifico di Trebisacce.

Interverrà Giuseppe Antonio Solazzo, Dirigente Scolastico dell’I.C. "U. Zanotti Bianco" 

monsib Installati oggi, nelle alule del Comprensivo sprovviste di lavagne digitali,  ben 19 monitor interattivi touch screen da 65" con l’obiettivo di sostenere la digitalizzazione delle scuole, favorendo l’utilizzo delle metodologie didattiche innovative e inclusive, la velocizzazione dei processi burocratici, una migliore comunicazione all’utenza. L’intervento si è reso possibile grazie all'aggiudicazione di un finanziamento allo scopo di promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia (REACTEU), nell’ambito del Programma operativo nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR). L’intervento è, altresì, ricompreso all’interno del complessivo Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Una opportunità ulteriore, per docenti e discenti, in quanto, l’utilizzo di monitor digitali interattivi touch screen nelle aule consente di trasformare la didattica in classe in un’esperienza di apprendimento aumentata, potendo fruire di un ampio spettro di strumenti e materiali didattici digitali e agevolando l’acquisizione delle competenze e la cooperazione fra gli studenti.

5  "In questo giorno il pensiero va a quanti hanno sofferto, sino all'estremo sacrificio, per lasciare alle giovani generazioni un'Italia unita, indipendente, libera, democratica. L'intero popolo italiano guarda con sentimenti di commozione a tutte le vittime delle guerre. La loro memoria rappresenta il più profondo e sincero stimolo ad adempiere ai doveri di cittadini italiani ed europei".  Il 4 Novembre del 1918, in base agli accordi firmati il giorno precedente a Villa Giusti, nei pressi di Padova, l’Impero Austro-Ungarico si arrendeva all’Italia, sancendo così la fine della Grande Guerra per il nostro Paese, che annovererà oltre 650.000 vittime tra i militari, oltre un milione tra i civili a causa di carestie, malnutrizione, malattie, bombardamenti e raid aerei e circa 600.000 tra i dispersi. Ancora oggi gli studiosi non sono concordi sui numeri dei caduti, vittime che chiedono, anche a distanza di un secolo, il nostro profondo rispetto e il sacro dovere della Memoria, in questo che è il giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze armate.  Guarda il canale Social dell'Isituto